L'Ettaro Forum

Gommati - Fiat serie 80

Simone - 27 Nov 2012 20:37:36
Oggetto: Fiat serie 80
Se la serie diamante ha gettato le basi per la nastro d'oro, la serie 80 ha stabilito un punto di partenza verso quella che sarà la più famosa e apprezzata serie 90.

Ciò che fin da subito caratterizzò queste macchine fu la ricerca di un maggior comfort per l'operatore e un notevole avvicinamento a quelli che sarebbero poi stati gli standard futuri. Fiat iniziò a eseguire test minuziosi sull'affaticamento operatore, prove sull'ergonomia del posto di guida e dei comandi e, grazie anche all'esperienza nel settore automobilistico, giunse a sviluppare ben presto la famosa cabina supercomfort. Si trattava di una piattaforma sospesa su silent-block, interrotta al centro solamente dal leggero rialzo del tunnel e dalle leve del cambio, completamente chiusa e ben insonorizzata (84 dB) dall'ambiente esterno. La struttura era monoscocca saldata a punti e forniva un ottimo ambiente di lavoro, per l'epoca, con possibilità di essere riscaldata e persino raffreddata con un condizionatore (era optional o di serie sulla cabina supercomfort??)

Le novità non interessarono esclusivamente l'aspetto della comodità, ma anche il comparto meccanico a partire dai cambi sincronizzati 8+2 subito sostituiti con i migliori 12+3; la doppia trazione non presentava più il differenziale anteriore disassato rispetto al telaio a tutto vantaggio della luce libera da terra e i riduttori epicicloidali dell'assale erano incassati a filo nei cerchioni.
Nel 1975 la serie 80 esordì sul mercato inizialmente con due modelli: 780 da 78 cv (3.6 litri) e 880 da 88 (4.6 litri); Fiat non a caso presentò i due modelli dalle dimensioni più appetibili per le aziende medie del paese. A distanza di due anni comparvero a listino il 680 (3.4 litri per 68 cv) e il 580 (3 cil. 2.7 litri per 58 cv), mentre nel '79 fu proposto il 980 a sfiorare i 100 cv con un 6 cilindri 5.1 litri.

Con il passare degli anni il mercato era sempre più alla ricerca di macchine di grossa stazza e elevata potenza. In casa fiat i grandi nastro d'oro (già aggiornati con le versioni super) non erano più competitivi a livello tecnologico rispetto ad altri marchi. Nel 1979 furono proposti 4 nuovi modelli che riprendevano le forme e la linea di pensiero con cui erano stati sviluppati i serie 80 sotto i 100 cv.
Le potenze andavano dai 115 ai 180 cv con un range di pesi da 48 a 66 q.li. Sia per il 1380 che per il 1880 i motori erano turbocompressi e con intercooler.

La cabina in questo caso presentava il pavimento perfettamente piano, senza tunnel, e libero dalle leve del cambio che avevano preso nuovamente posto ai fianchi del volante. I comandi dei servizi erano servoattuati idraulicamente sia per la pdf (multidisco a bagno d'olio) che per la frizione e i bloccaggi dei differenziali.


link interessante:

Alessio - 12 Mag 2013 21:47:12
Oggetto:
Se ne parlava nell'altra discussione della serie 80,premetto,che non ho mai guidato un serie 80 in vita ma ho usato varie volte il nastro oro e mi chidevo a proposito della serie 80 il sollevatore è migliorato dal nastro oro o no?
purin - 12 Mag 2013 21:53:29
Oggetto:
Beh, i nastro oro non avevano lo sforzo controllato, penso ad esempio al 640..
Quindi se pur poco efficace, non ci voleva molto a migliorare..

ciao
Piozzo - 12 Mag 2013 23:45:16
Oggetto:
Purin ti ricordo che i nastro oro avevano lo sforzo controllato. Sulla loro efficacia non ne discuto. ciao
Piozzo - 12 Mag 2013 23:48:55
Oggetto:
Simone c'era pure il 1280 con il turbo.
purin - 13 Mag 2013 00:06:14
Oggetto:
Al mio 640 evidentemente si erano dimenticato di dirlo, oppure la vecchiaia si fa sentire..

Piozzo se ci parli del tuo 1180, magari pure con qualche foto e se vuoi pure la storia del tuo mezzo, non ci fa che piacere..

ciao
purin - 31 Lug 2013 22:18:35
Oggetto:


ciao
Piozzo - 08 Ago 2013 20:27:18
Oggetto:
Ciao Purin, che fai mi vuoi indurre in tentazione ? Scherzi a parte avercela della terra così e pure l'aratro. Ho fatto un video in aratura, ma porta pazienza. Prima o poi riesco a caricarlo. Ciao
Alessio - 21 Ott 2013 20:17:16
Oggetto:
La serie 80 dove rileva lo sforzo?alle parallele o al terzo punto?
purin - 21 Ott 2013 20:21:41
Oggetto:
Alle parallele inferiori.


ciao
Piozzo - 21 Ott 2013 20:28:51
Oggetto:
Confermo alle parallele inferiori. Come del resto la serie novanta, anche se quest' ultima ha un sforzo controllato decisamente migliore.
Alessio - 03 Nov 2013 19:43:07
Oggetto:
Cosa potrebbe causare la calata del sollevatore anche con atrezzi non pesanti con trattore in moto?
purin - 03 Nov 2013 20:34:22
Oggetto:
Difficile fare una diagnosi, qualche guarnizione direi.

Ogni tanto il sollevatore fa come uno scattino per cercare di recuperare la quota persa?


ciao
Alessio - 03 Nov 2013 20:41:50
Oggetto:
Cala inesorabilmente....mentre lavora non lo fa....
purin - 03 Nov 2013 20:49:15
Oggetto:
Alessio ha scritto:
Cala inesorabilmente....mentre lavora non lo fa....


cioè mentre lavora non cala e invece al minimo da fermo sì? Mi verrebbe da pensare a problemi di scarsa pressione della pompa.


ciao
Piozzo - 04 Nov 2013 12:46:08
Oggetto:
Nel mio erano le fasce elastiche del pistone del sollevatore e qualche gommino vario,cambiata pure la pompa era leggermente rigata internamente.
Alessio - 04 Nov 2013 18:46:50
Oggetto:
Mah vedremo cosa intende fare il proprietario della macchina,in settimana sento il meccanico che dice,ma sarà qualche guarnizione/fascia ecc ecc o magari la pompa prorprio.
Piozzo - 04 Nov 2013 20:17:43
Oggetto:
Se e' la pompa con una modesta cifra lo sistemi , altrimenti c' e' da smontare il sollevatore. Ricordo che il pistone aveva una fascia particolare che si era rotta a meta'.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB