Indice del forum

L'Ettaro Forum

forum di agricoltura e agromeccanica

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

GEOMETRIE DEL SOLLEVATORE: COME INFLUENZANO IL TRATTORE
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e Meccanica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
angelo

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 65
Registrato: 21/08/13 07:06
Messaggi: 22
angelo is offline 

Località: Prov. di Latina
Interessi: Macchine lavorazione legno e metallo-Pc-Autocostruzioni meccaniche varie
Impiego: Falegname-ebanista



italy
MessaggioInviato: 07 Set 2013 06:42:32    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quando ho rifatto il cofano alla fresa del trattorino ho dovuto, tra l'altro, allungare l'albero per portarlo fuori dal suo braccio per poterci attaccare l'albero cardanico, avevo predisposto gli attacchi delle parallele e del terzo punto nel modo canonico rispettando anche le specifiche della cat. 1 in materia. Purtroppo una volta agganciata la fresa mi sono reso conto che la distanza dall'albero fresa alla Pdf non era sufficiente a contenere un albero cardanico di almeno 50 cm in quanto la sola somma delle crociere ammontava a circa 39 cm, a quel punto ho allungato, per allontanarmi, i bracci dei soli attacchi delle parallele di una ventina di cm lasciando invariato l'attacco del terzo punto pensando che avrei potuto recuperare la differenza acquistando un terzo punto più lungo. Comunque in questi giorni mi hanno consegnato l'albero e il terzo punto, oggi è la giornata delle prove. Prima attacco la fresa, senza albero ovviamente e la provo ad alzare e abbassare e vedo come procede anche per registrare l'inclinazione dell'albero fresa che non essendo specifica per il trattorino si trova in basso rispetto a quelle nate per i trattori che hanno l'albero sopra il cofano, se i risultati sono accettabili bene, viceversa allungo anche l'attacco del terzo punto riportandolo sulla verticale e monto un altro terzo punto che mi hanno prestato per la prova, se il risultato migliora posso procedere con le necessarie correzioni di lunghezza dei tubi telescopici dell'albero cardanico accorciandolo di quel tanto che serve onde ottenere quella famigerata sovrapposizione di 1/3 della sua lunghezza nella max escursione dell'albero.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 07 Set 2013 06:42:32    Oggetto: Adv






Torna in cima
tony

Nuovo
Nuovo


Iscritti



Registrato: 28/06/14 21:59
Messaggi: 3
tony is offline 







italy
MessaggioInviato: 29 Giu 2014 11:37:35    Oggetto:  geometria sollevatore
Descrizione:
Rispondi citando

Buon giorno vorrei sapere se possibile se esistono delle misure o formule che consentano la costruzione di un attacco a tre punti idoneo per il trattore . Per capirsi io devo collegare un 400 hp a un quadrivomere fuori solco ma vorrei collegarlo facendo in modo da sfruttare al massimo trattore e aratro e penso che tutto dipende dalla geometria dell attacco atre punti ciao e grazie
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
purin

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 12/11/12 08:50
Messaggi: 1856
purin is offline 







italy
MessaggioInviato: 29 Giu 2014 17:07:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao e benvenuto!

Prima di tutto bisognerebbe dire che i trattori escono con una geometria del sollevatore già definita, altezza e posizione degli attacchi dei bracci sono decisi dal costruttore e si possono influenzare ben poco (al limite si può lavorare qualcosina sull'altezza cambiando le gomme), per l'attacco del terzo punto si può scegliere il foro, ma la scelta è comunque limitata.

per le attrezzature, le misure e la geometria degli attacchi sarebbero standardizzate, ma specie per l'attacco del terzo punto c'è qualche "libertà" in più. Anche qui molti aratri hanno più di un foro per il terzo punto per poter variare leggermente la geometria.

Quindi a meno che tu non voglia far costruire un attrezzo su misura, hai una scelta abbastanza limitata.

Se hai letto la prima pagina avrai visto come la geometria del sollevatore influisca su molte cose: la capacità di sfruttare al meglio lo sforzo controllato per caricare le ruote del trattore (e già qui si deve scegliere in che misura caricare anteriore e posteriore), la capacità di sollevamento sia i ntermini di altezza massima che di carico massimo sollevabile, la capacità di "ruotare" l'attrezzo alla massima alzata -per avere una rotazione più accentuata o alzare l'aratro parallelo al terreno-, la capacità dell'aratro di interrarsi rapidamente, la stabilità durante il lavoro, non ultime le esigenze strutturali..

Oltretutto in un aratro reversibile c'è anche il problema del ribaltamento, devi riuscire a sollevare l'aratro da terra a sufficienza perchè non strisci a terra mentre lo ribalti.. ..le variabili sono moltissime e alcune contrastano tra di loro, quindi quello che si può ottenere è solo un compromesso tra le varie esigenze.

- se hai già trattore ed aratro, la cosa migliore è fare delle prove con i vari fori a disposizione per vedere quali soddisfano meglio le tue esigenze;

- se l'aratro è costruito su misura o quasi (un quadrivomere per 400 CV?) si può cercare di trovare un buon compromesso per il tuo aratro, è da tener presente che i vari Costruttori di trattori hanno quote diverse per i loro sollevatori, non sono tutti uguali.
Nemmeno i Costruttori di aratri hanno proprio tutti le stesse misure per i loro attacchi, con l'esperienza e le prove hanno affinato -o perlomeno dovrebbero aver affinato- un buon compromesso, che però dipende anche dal sollevatore del trattore, quindi possono esistere accoppiate "di serie" più o meno adatte alle tue esigenze.


Se Tu provassi a spiegare quali sono le tue esigenze, eventualmente su cosa non ti sei trovato bene da voler realizzare un sistema ad hoc, e di che trattore ed aratro stiamo parlando potremmo provare ad aiutarti.

Anche perchè restando nel vago non si può dire molto, giusto per farti un esempio un trattore DT ha un sollevatore che grazie allo sforzo controllato carica il trattore in maniera diversa a un 2RM, che deve solo cercare di trasferire il peso di trattore ed aratro sulle due ruote posteriori.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
tony

Nuovo
Nuovo


Iscritti



Registrato: 28/06/14 21:59
Messaggi: 3
tony is offline 







italy
MessaggioInviato: 29 Giu 2014 20:01:41    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie per la risposta molto dettagliata , la prova è stata fatta con claas 950 con ponte sospeso e un aratro artigianale con ruota e tallone idraulico collegato al sollevatore. Da questa prova è emerso un problema di un eccessivo carico nelle gomme posteriori con galleggiamento anteriore, il trattore pesa 130 quintali più zavorra anteriore da 10 quintali e l aratro ne pesa 35. Per fare un aratro su misura non sarebbe un problema , il problema è avere le basi per un attacco tre punti corretto ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
purin

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 12/11/12 08:50
Messaggi: 1856
purin is offline 







italy
MessaggioInviato: 30 Giu 2014 09:01:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Innanzitutto davanti ci va una zavorra da 22 (ma pure la 25) quintali sul sollevatore anteriore e non una da 10, che è piccola pure per un trattore come il John Deere 8000 (tra tutti è quello con più carico all'anteriore).

Mettendo la zavorra più grande il trattore risulterà molto meglio bilanciato, anche perchè con un aratro simile, e lo sbalzo che ha, qualsiasi trattore si sbilancia sul posteriore, specie durante le manovre.

130 q.li di trattore + 35 q.li di aratro + 25 di zavorra anteriore sono 190 q.li, quindi l'aratro per circolare su strada deve avere la ruota di trasporto, ma la deve avere comunque perchè un quadrivomere simile è troppo lungo per circolare su strada senza ruota di trasporto.

La geometria del sollevatore può fare ben poco per migliorare il bilanciamento ad attrezzo sollevato, quindi intanto prova con la zavorra più grande e vedrai che risolverai, il Claas Axion 950 con zavorra da 25 q.li e zavorre nelle ruote senza attrezzo è comunque sbilanciato all'anteriore:



Lo provi così e vedrai che è già tutto un altro mezzo, dato che 15 quintali in più sul sollevatore anteriore, più di un metro a sbalzo sull'anteriore caricano l'assale anteriore di circa 20 q.li in più e alleggeriscono il posteriore di 5 q.li.
Se vuoi approfondire ti consiglio questo argomento:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Inoltre prova a mettere il terzo punto nel foro più alto dal lato trattore, in maniera che sia meno inclinato in fase di lavoro, l'aratro si alzerà meno ma vedrai che lo sforzo controllato tenderà a caricare in maniera più omogenea il trattore.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
tony

Nuovo
Nuovo


Iscritti



Registrato: 28/06/14 21:59
Messaggi: 3
tony is offline 







italy
MessaggioInviato: 30 Giu 2014 13:25:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Buon giorno , grazie per la risposta, le do completamente ragione che la zavorra è piccola e ci vorrebbe da 25 quintali, ma la prova che ho fatto era appunto con un 8530 con lo stesso aratro e 11 quintali di zavorra ,si è visto nettamente che l 8530 non aveva nessun tipo di galleggiamento anteriore anzi aveva tutte 4 le ruote piantate a terra (in aratura) so benissimo che stiamo parlando di due macchine diverse come distribuzione pesi e tecnologie, ma da profano mi chiedo se spostando in maniera adeguata l attacco tre punti non si possa riuscire a dare aderenza alle ruote anteriori senza utilizzare zavorre cosi pesanti. Preciso che i due bracci del sollevatore in aratura cerchiamo di tenerli paralleli da terra modificando le macchine in funzione del trattore, cosi facendo abbiamo sempre un tiro dritto , ma forse sto sbagliando...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
purin

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 12/11/12 08:50
Messaggi: 1856
purin is offline 







italy
MessaggioInviato: 01 Lug 2014 12:13:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se leggi il messaggio sopra c'è scritto come fare.
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e Meccanica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





L'Ettaro Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008